Sabato 25 Novembre 2017 10:45
Chi SiamoCosa FacciamoCrescita e risultati
Come si ottieneCategorie e ClassificheQuanto costaQuali documenti servonoVerifica on line
LegislazioneDeterminazioni
Autorità dei Lavori Pubblici
Comunicati
Autorità dei Lavori Pubblici
Richiedi informazioniMilanoRomaGenovaBresciaTorinoGravina in PugliaReggio CalabriaPadovaTrentoAnconaSan BenedettoAbruzzoEmilia RomagnaSardegna
Pubblicità e SponsorizzazioniConvegniIniziative
Siti Web
Link Istituzionali
Siti Web
Risorse per le Imprese

CATEGORIE VARIATE E DIREZIONE TECNICA

In data 05/12/2012 termina il periodo transitorio regolato dall’art. 357 del D.P.R. 207/2010, riteniamo pertanto utile proporre un approfondimento sulle principali novità e disposizioni introdotte dagli ultimi provvedimenti in materia di qualificazione delle imprese (Legge 119/2012 - ALLEGATO 1 - e Comunicato n. 74 dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici).

 

CATEGORIE VARIATE (OG11, OS2-A, OS2-B, OS7, OS8, OS12-A, OS12-B, OS18-A, OS18-B e OS21)
PARTECIPAZIONE ALLE GARE

- In data 05/12/2012 finisce il periodo transitorio di cui all’art. 357 del D.P.R. 207/2010 che consente alle Stazioni Appaltanti, ai fini della partecipazione alle gare, di applicare le categorie di cui all’allegato “A” del D.P.R. 34/2000, pertanto a partire dal 06/12/2012 i bandi di gara faranno riferimento alle categorie riportate dal nuovo Regolamento D.P.R. 207/2010;

- le attestazioni relative alle categorie OS2, OS12, OS18 e OS21 ottenute in vigenza del D.P.R. 34/2000, possono essere utilizzate fino alla loro naturale scadenza ai fini della partecipazione alle gare in cui è richiesta la qualificazione rispettivamente nelle categorie OS2-A, OS12-A, OS18-A e OS21 del Regolamento D.P.R. 207/2010;

- le attestazioni relative alle categorie OS7 e OS8 ottenute in vigenza del D.P.R. 34/2000, possono essere utilizzate fino alla loro naturale scadenza ai fini della partecipazione alle gare in cui è richiesta la qualificazione nella categoria OS7 del Regolamento D.P.R. 207/2010;

- per partecipare alle gare nelle categorie OS2-B, OS8, OS12-B, OS18-B, OS20-B di cui al D.P.R. 207/2010, bandite a partire dal 06/12/2012, occorrerà integrare l’attestazione SOA nella rispettiva categoria;

- le attestazioni relative alle “categorie variate” ottenute in vigenza del D.P.R. 34/2000 (OG11, OS2, OS7, OS8, OS12, OS18 e OS21), con scadenza intervenuta durante il periodo transitorio, cessano definitivamente di avere efficacia in data 05/12/2012.

CERTIFICATI DI ESECUZIONE LAVORI

Per ottenere la qualificazione nelle categorie OS2-A, OS7, OS12-A, OS18-A e OS21 non è più necessaria la riemissione dei CEL e più precisamente:

- I certificati di esecuzione lavori (CEL) relativi alle categorie OS2, OS12, OS18 e OS21, rilasciati secondo il modello “D” del DPR 34/2000, potranno essere utilizzati per ottenere rispettivamente la qualificazione nelle categorie OS2-A, OS12-A, OS18-A e OS21 del Regolamento D.P.R. 207/2010;

- I certificati di esecuzione lavori (CEL) relativi alle categorie OS7 e OS8, rilasciati secondo il modello “D” del DPR 34/2000, potranno essere utilizzati per ottenere la qualificazione nella categoria OS7 del Regolamento D.P.R. 207/2010;

- viceversa per ottenere la qualificazione nelle categorie OS2-B, OS8, OS12-B, OS18-B, OS20-B previste dal D.P.R. 207/2010 l’impresa dovrà richiedere alle stazioni appaltanti la riemissione dei certificati di esecuzione lavori in base al modello Allegato B1 al D.P.R. 207/2010;

- per la qualificazione nelle categorie OG10 e OS35 del D.P.R. 207/2010, le Stazioni Appaltanti, su richiesta delle imprese provvedono a riemettere i CEL dei lavori relativi rispettivamente alla categoria OG3 (per la OG10) e alle categorie OG3, OG6 e OS21 (per la categoria OS35) utilizzando l’Allegato B1 del D.P.R. 207/2010, indicando gli importi attribuiti alle suddette categorie OG10 e OS35;

CATEGORIA OG11

- la categoria OG11 ottenuta ai sensi del D.P.R. 34/2000 cessa di avere validità al termine del periodo transitorio in data 05/12/2012; pertanto l’impresa, entro tale data, dovrà rivolgersi alla SOA per integrare l’attestazione nella categoria OG11 ai sensi del D.P.R. 207/2010. La “nuova” OG11 così ottenuta ai sensi del D.P.R. 207/2010 potrà essere utilizzata per partecipare alle gare a partire dal 06/12/2012;

- per ottenere la qualificazione nella categoria OG11 ai sensi del D.P.R. 207/2010 non è più necessaria la riemmisione dei CEL. Le SOA a tale proposito potranno utilizzare i precedenti CEL rilasciati nella categoria OG11 con il modello di cui all’Allegato “D” del D.P.R. 34/2000, attribuendo, in via convenzionale, l’importo delle lavorazioni eseguite secondo le seguenti percentuali:
- categoria OS3: 20%
- categoria OS28: 40%
- categoria OS30: 40%

VERIFICA TRIENNALE

Ai fini della dimostrazione dei requisiti economico-finanziari che occorre dimostrare in occasione della scadenza triennale dell’attestazione (verifica triennale), il normale limite di tolleranza del 25% stabilito dall’art. 77, comma 6, D.P.R. 207/2010, è stato aumentato al 50% fino al 31/12/2012.

DIREZIONE TECNICA PER LA QUALIFICAZIONE NELLE CATEGORIE OG2, OS2-A, OS2-B e OS25

L’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici con il Comunicato n. 74 del 1 agosto 2012 (ALLEGATO 2) ha fornito ulteriori chiarimenti in merito ai requisiti per la dimostrazione dell’idonea Direzione Tecnica delle imprese alla luce delle innovazioni introdotte dal D.P.R. 207/2010.

Per le categorie attinenti ai Beni Culturali - OG2, OS2-A, OS2-B e OS25 - non trovano applicazione:
- la possibilità di conseguire l’idoneità alla Direzione Tecnica mediante l’esperienza professionale quinquennale del responsabile della condotta dei lavori;
- la deroga prevista dall’art. 357, comma 23, D.P.R. 207/2010 che consente ai soggetti che svolgevano la funzione di Direttore Tecnico in data anteriore all’entrata in vigore del D.P.R. 34/2000 di conservare l’incarico presso la medesima impresa.

Pertanto le imprese devono dimostrare il possesso del requisito di idonea Direzione Tecnica mediante la presentazione del titolo di studio previsto dalla norma e più precisamente:
- per la categoria OG2: laurea in Architettura o laurea in Conservazione dei Beni Culturali;
- per le categorie OS2-A e OS2-B: qualifica di restauratore in possesso dei requisiti previsti dall’art. 182, commi 1, 1-bis, 1-ter, 1-quater ed 1-quinques del Codice dei Beni Culturali (D.Lgs. 22/01/2004 n. 42) (ALLEGATO 3);
- per la categoria OS25: uno dei titoli di studio individuati dal Decreto Ministeriale 20/03/2009 n. 60 (ALLEGATO 4).

Nel ricordarLe che il nostro staff è a Sua disposizione per qualsiasi ulteriore informazione, cogliamo l’occasione per porgere i nostri più cordiali saluti.
CQOP SOA Centro Studi



Ultimo aggiornamento 19.12.2013







SITE MAPNEWS RSSPrivacy PolicyArea Operatori